Camperio House: a due passi dal Duomo

Quando io e Guido Prosperi #ilviaggiatoreinstancabile viaggiamo ci piace sempre alloggiare in posti unici. La settimana scorsa siamo stati a Milano per alcuni nuovi progetti di lavoro che presto vi racconteremo, e abbiamo dormito al Camperio Suites & Apartments.

Camperio House, si trova in pieno centro, a pochissimi passi dal Duomo e dal Castello Sforzesco: è il punto di partenza perfetto per esplorare la città e goderne appieno senza doversi preoccupare di dover trovare posto per parcheggiare l’auto.

Ad accoglierci al nostro arrivo troviamo Giorgia, una giovane e professionalissima donna, che con il suo grande sorriso, ci fa sentire subito a casa e dopo aver svolto le pratiche di check-in ci accompagna in camera dandoci tutte le informazioni sui servizi dell’hotel.

Apriamo la porta della nostra camera, una Suite Deluxe, composta da tre ambienti: un salottino con angolo tè e caffè, la stanza da letto e il bagno con una grande vasca e un fornitissimo set cortesia. Il verde e il giallo crema delle pareti, il legno antico dei mobili e il soffitto di diversi livelli rendono la camera calda e molto romantica: mi sembra quasi di respirare l’aria di alcune case bohemien del quartiere di Montmartre a Parigi. 

Oltre all’acqua gratuita a disposizione nel frigobar, troviamo un’altra chicca nell’armadio: ferro ed asse da stiro pronti a lisciare le vostre camicie prima di un importante appuntamento di lavoro o sfavillante cena di gala.

Nonostante l’hotel si trovi nel cuore della città il suono del silenzio della notte è quasi magico e ci regala una dormita fantastica.

La colazione viene servita al “Basement”, il ristorante dell’hotel, che si affaccia sul giardino interno. Il buffet è ricco di marmellate, torte ancora tiepide, fragranti croissant dolci e salati, uova strapazzate e fumanti pancakes preparati al momento. 

Camperio Suites&Apartments, con la sua anima dolce e avvolgente, è un luogo tranquillo e rilassante, ma soprattutto che ti protegge dal ritmo frenetico delle giornate milanesi. 

Tutte Le Foto Presenti In Questo Articolo Sono Di Guido Prosperi #Ilviaggiatoreinstancabile