A Santarcagelo di Romagna un Villino nella quiete

Subito fuori dalla mura del borgo medievale di Santarcangelo di Romagna, si trova l’hotel Il Villino, in cui ho avuto il piacere di soggiornare durante il ponte dell’Epifania insieme al mio compagno il photo-travel blogger Guido Prosperi #ilviaggiatoreinstancabile

L’antica dimora, adibita ad albergo, è circondata da un grande giardino che ti fa subito trovare una piacevole quiete. Davanti all’ingresso c’è la “Fontanella di Francesca da Rimini” una piccola scultura ideata dal poeta Tonino Guerra, ispirata alle vicende amorose di Paolo e Francesca, che dato il freddo di quei giorni era completamente ghiacciata e ancora più romantica.

L’hotel ha 12 stanze, tutte differenti tra di loro. Ogni camera ha il nome di un uccello che caratterizza anche i decori sulle pareti. Noi abbiamo dormito in quella del Pavone. Il bagno è molto particolare, si affaccia sulla camera con una parete di vetro e alluminio, che lo rende moderno e accogliente allo stesso tempo.

C’è una parte molto suggestiva del villino: le grotte. Qui sono stati ricavati un salottino ideale per godersi un po’ di relax e magari leggere un libro, e la sala per le colazioni.

Il nostro riposo è cullato da un bellissimo silenzio che è una delle cose che adoro quando mi trovo in un hotel. La colazione è abbondate, dolce e salata, con prodotti tipici della zona: dai salumi alle confetture biologiche, dalla frutta fresca alle crostate appena sfornate.

La struttura ha un comodissimo parcheggio all’interno del giardino e il WIFI gratuito.

Andrea, il proprietario è un ottimo padrone di casa, e tutto il personale è disponibile, attento e preparato a coccolare gli ospiti.

Photo: Guido Prosperi #ilviaggiatoreinstancabile