Palazzo Manfredi e la sua magia

Come vi ho raccontato qualche settimana fa parlandovi della fantastica cena ad Aroma Restaurant, il primo weekend di gennaio, in occasione delle “domeniche al Museo” e del nostro secondo anniversario, io e Guido Prosperi #ilviaggiatoreinstancabile abbiamo deciso di trascorrerlo proprio nella Capitale e abbiamo vissuto un meraviglioso weekend tra le bellezze di Roma e il lusso dell’Hotel Palazzo Manfredi.

L’hotel si trova all’interno di un palazzo del 17° secolo che sorge con le sue fondamenta sulle rovine del Ludus Magnus, la principale sede e palestra dei gladiatori romani, a pochi passi dal Colosseo, alla quale era collegato con un tunnel.

Al nostro arrivo a Palazzo Manfredi siamo stati accolti da Catalin che con gentilezza e professionalità ci ha fatto accomodare alla reception per svolgere le pratiche di check-in e poi ci ha raccontato brevemente la storia dell’hotel prima di accompagnarci alla nostra camera: una Executive room con vista sul Colle Oppio e sulla Domus Aurea.

La camera è ampia dai toni caldi con della raffinatissima carta da parati alle pareti. L’arredamento, chic e contemporaneo allo stesso tempo, è studiato nei minimi dettagli con pezzi di design unici realizzati da Ingo Maurer e Van Egmond. Elegante è il contrasto tra il cuoio e il velluto, tra il nero lucido della libreria e l’optical della consolle. Al centro della stanza si trova un grande letto king size “vestito” con morbidi tessuti e un’avvolgente coperta di peluche. Oltre allo schermo tv LCD, troviamo con molto piacere una macchina per il caffè Nespresso e mini impianto audio BOSE per collegare il proprio cellulare e ascoltare la vostra musica preferita.

Il bagno è ampio e si affaccia anch’esso sul parco del Colle Oppio. Arredato con un lavabo in marmo bianco e grigio, con uno specchio retroilluminato a led, sanitari bianchi e neri che dialogano alla perfezione con la cabina doccia fatta di solo vetro, lo rendono contemporaneamente accogliente e accattivante. Gli asciugamani, gli accappatoi e le pantofole sono in morbida spugna e il set di cortesia è della rinomatissima linea Acqua di Parma.

La stanza è un vero nido: caldo, profumato e insonorizzato ideale per il giusto relax dopo una frenetica giornata tra i monumenti e il caos gioioso di Roma.

La colazione viene servita nel rooftop del Ristorante Aroma, che si affaccia, quasi ad abbracciare il Colosseo. Al nostro arrivo in sala, siamo da prima rimasti senza parole alla vista di questo simbolo romano conosciuto in tutto il mondo, poi dalla ricercatezza delle pietanze servite. Dopo aver ordinato un cappuccino ed un latte macchiato ci sono stati serviti dei croissant e mini muffin appena sfornati che emanavano ancora il calore e l’odore che si sprigiona solo durante la cottura in forno. Il buffet è ricco di frutta fresca e sciroppata, succhi di frutta, marmellate biologiche, cereali di ogni tipo, torte ancora tiepide, freschissimi formaggi e salumi appena affettati accompagnati da diverse tipologie di pane: baguette, panini al latte, pane in cassetta e focaccia.

Tutto il personale dell’hotel è gentile, professionale e mai invadente, pronto ad accogliere le richieste e i desideri di ogni ospite. La pulizia di tutta la struttura è impeccabile in ogni angolo, anche quelli più nascosti.

Un soggiorno da favola, degno di essere ricordato e custodito nel cuore perché esperienze così sono rare o forse uniche.

Se volete vivere una Roma ancora più magica, Palazzo Manfredi è l’hotel ideale per voi!

Photo: Guido Prosperi #Ilviaggiatoreinstancabile