Hotel Santa Caterina: la vera favola di Amalfi

Durante il nostro tour campano dello scorso maggio io e Guido Prosperi #ilviaggiatoreinstancabile abbiamo fatto tappa anche nella bellissima Amalfi (il racconto di Guido puoi leggerlo qui) dove abbiamo avuto il piacere di soggiornare all’ Hotel Santa Caterina.

In una posizione privilegiatissima, l’hotel è situato su un piccolo promontorio, a 10 minuti a piedi dal centro storico di Amalfi, e si affaccia direttamente sul mare con una vista incredibile sulla cittadina e su tutta la costiera.

Al nostro arrivo nel piazzale antistante alla struttura abbiamo lasciato le chiavi della macchina ad un addetto che ha pensato a sistemala nel parcheggio privato.

Dopo il check-in, fatto in maniera rapidissima grazie alla professionalità degli addetti alla reception, siamo stati accompagnati alla nostra Junior Suite dislocata tra i viottoli e i terrazzamenti del giardino dell’hotel, con ingresso indipendente in modo da rendere il soggiorno ancora più intimo.

Varcando la porta della nostra camera ci siamo trovati dentro ad una piccola favola: una grandissimo letto, bianco e tortora con la testiera incorniciata da maioliche, poggia su uno strepitoso pavimento di ceramiche di Vietri, e si affaccia sul grande terrazzo quasi a strapiombo sul mare. La camera è arredata in maniera raffinata con mobili antichi e dettagli che la rendono molto accogliente. Sul tavolinetto davanti al letto troviamo un grande piatto di frutta fresca che ci da il “benvenuto”.

Di fianco al letto c’è una piccola zona relax con una vasca idromassaggio biposto rotonda che tramite una grande finestra si affaccia anch’essa sul mare.

Il bagno è spazioso, ha una zona con i servizi igienici, doppi lavabi e una grande doccia. Ricchissimo è il set di cortesia che offre addirittura dei sali da bagno da utilizzare nella vasca idromassaggio, che va a completare la grande fornitura di asciugamani e accappatoi in morbissima spugna. Tantissimi sono i dettagli che rendono speciale questa camera, ma quello che sicuramente ci ha colpito di più di tutti è stata la grande raffinatezza nella congiunzione delle piastrelle pavimento della camera con quelle del bagno, un dettaglio che passerà spesso inosservato, ma che fa capire quanta cura e maestria c’è dietro la realizzazione di ogni stanza.

Dopo aver sistemato i bagagli, ci siamo avventurati alla scoperta del giardino dell’hotel e passeggiando tra i viottoli verdi e pieni di coloratissimi fiori, ci siamo trovati in quella che per noi è stata la parte più romantica e suggestiva: la meravigliosa e profumatissima agrumaia che accompagna tutto il sentiero per scendere fino al Beach club con solarium, piscina di acqua salata riscaldata e accesso privato al mare. Oltre alla bellissima passeggiata, per arrivare al Beach club è possibile prendere un ascensore dalle pareti di vetro che in pochi secondi scende velocissimo tutta la scogliera fino ad arrivare al punto più basso: due modi diversi, ma entrambi da provare per le diverse emozioni che si provano scendendo al mare.

Dopo esserci goduti questo tempo immersi nei profumi e colori del giardino, siamo scesi in centro per visitare il Duomo e la parte storica della cittadina.

Al nostro rientro al Santa Caterina, abbiamo deciso, prima di ritirarci in camera, di fare una passeggiata in giardino per vedere Amalfi e la sua costa in versione notturna. Arrivati in camera abbiamo riempito la vasca idromassaggio di acqua calda e sali per goderci delle rilassanti coccole prima di coricarci e passare una serena notte.

Ancora immersi nel sonno siamo stati svegliati dal garrito di un gabbiano che aveva fatto tappa sul nostro terrazzo e ci invitava ad aprire la finestra per vedere la spettacolare alba.

Dato che ormai eravamo svegli, ci siamo vestiti e siamo andati a fare colazione nella sala ristorante, accogliente e raffinata grazie al suo pavimento in marmo brasiliano, che con le sue vetrate ci permette un’altra bellissima visuale del panorama circostante. Il buffet è ricco di tantissime prebilatezze: croissant, plum cake, bundt cake, crostate, maritozzi, sfogliatelle, pain au chocolat, (tutto ancora tiepido), cereali, succhi di frutta, pane, formaggi freschi e stagionati, per finire con una grande varietà di salumi di alto livello. Naturalmente non potevano mancare i prodotti di caffetteria perfettamente realizzati che ci siamo gustati insieme a tutto il resto guardando Amalfi dall’alto.

Fatto il check-out siamo pronti per partire per Capri, uscendo dall’hotel dove ci aspetta Antonio che ci da il buongiorno, ci riconsegna la nostra auto e ci da delle bottigliette d’acqua per il viaggio.

Gentilezza, professionalità e calore familiare sono i tanti punti forti del personale dell’Hotel Santa Caterina che ci ha trattato come i principi delle favole durante tutto il nostro soggiorno.

Come vi ho sempre detto nei miei racconti, in Italia abbiamo strutture di alto livello, ma ce ne sono alcune che vanno oltre la bellezza, sono quelle che ti arrivano direttamente al cuore: l’hotel Santa Caterina è proprio una di queste.

Posso dire che Amalfi è bella, ma che l’Hotel Santa Caterina è una delle meraviglie di questa ridente cittadina!

Siete pronti a pianificare il vostro soggiorno in questo magico hotel?

Naturalmente se capitate in zona non dimenticatevi di salutare Andrew, il direttore, da parte mia, e tutto il suo staff.

Photo: Guido Prosperi #ilviaggiatoreinstancabile