Hotel Regency: stile e tranquillità

A pochi passi dalla casa di Pellegrino Artusi, in piazza Massimo D’Azeglio a Firenze, si trova l’ Hotel Regency. Durante uno dei nostri viaggi, io e  Guido Prosperi #ilviaggiatoreinstancabile abbiamo scelto di soggiornare qui dato che si trova una zona residenziale tranquilla e isolata dal caos del centro cittadino, ma allo stesso tempo a solo 10 minuti a piedi da Piazza del Duomo e da tutti gli altri luogo di cultura.

Una villa fiorentina costruita a metà del 1800, che nel 1960 gli attuali proprietari hanno deciso di trasformare in un hotel di lusso, lasciando invariate le caratteristiche originali dando un risalto alla raffinatezza e all’eleganza dell’epoca.

Al nostro arrivo ci ha accolto Fabio che subito ha dato disposizione di parcheggiare la nostra auto al garage convenzionato. Subito dopo ci ha fatto accomodare alla reception dove abbiamo svolto le pratiche di check-in, ci ha raccontato un po’ la storia dell’hotel, e prima di accompagnarci in camera ci ha fatto visitare il “giardino segreto” che si affaccia sulla sala del ristorante, il Relais Le Jardin, dove è possibile fare colazione, pranzare o semplicemente prendere un aperitivo; al suo fianco un’altra deliziosa saletta, quella dello zodiaco, che può essere riservata per una cena romantica.

Per arrivare in camera si sale una scala con corrimano in ferro in stile liberty con uno gioco di specchi alle pareti molto escheriano. La camera, con un grazioso salottino e una scrivania dove troviamo un bellissimo set di carta da disegno, è molto spaziosa e ha un enorme e comodissimo letto, con lenzuola e cuscini con le iniziali dell’hotel ricamate, regna su di essa. Il bagno è caldo e accogliente con un fornito set di cortesia e doppio cambio di asciugamani sia in morbida spugna che in lino, ma con un piccolo neo: la tenda della doccia.

Dopo una faticosa giornata il lettone ci avvolge e il silenzio della notte (e della zona) ci regala un meraviglioso sonno ristoratore. L’indomani mattina scendiamo a fare colazione nella sala ristorante e i raggi del sole che entrano dalle vetrate del giardino rendono l’atmosfera ancora più “coccolosa”. Grande e ricco il buffet della colazione con almeno 4 differenti tipi di croissant, yogurt di alta qualità, plumcake appena uscito dal forno, un vasto assortimento di salumi e formaggi, pane, succhi di frutta, cereali, e una perfetta “caffetteria” servita al tavolo.

Dopo la colazione abbiamo avuto il piacere di conoscere anche Laura, che insieme a Fabio, ci hanno regalato la loro professionalità e gentilezza nell’accoglierci e saperci dare informazioni utili per tutto il nostro soggiorno.

Ottimi il wi-fi che copre perfettamente tutta la struttura e la pulizia impeccabile di tutto l’hotel.

Se cercate un posto dove rifugiarvi dopo una lunga giornata di lavoro e di visita alla città, l’Hotel Regency è quello che fa per voi.

Photo: Guido Prosperi #Ilviaggiatoreinstancabile