Fior di latte: la base del gelato (con gelatiera)

Il gelato “Fior di latte” è perfetto per essere mangiato al naturale o guarnito con granelle, Nutella o frutta.

Più di dieci anni fa ho lavorato in una gelateria artigianale e ho assistito diverse volte alla preparazione del gelato, e soprattutto del “Fior di latte”. Questa preparazione è la ricetta base di quasi tutti gli altri gusti di gelato, quindi deve essere perfetta, perché più equilibrato e cremoso è il “Fior di latte”, più buoni saranno tutti gli altri.

Qualche giorno fa è entrata nella mia cucina la gelatiera “Gelato Expert” di Magimix e da li sono iniziate le prove con più latte e meno panna, con più panna e meno latte, zucchero semolato e zucchero a velo, e con diversi tipi di vaniglia, per trovare la ricetta giusta per il mio “Fior di latte”.  Finalmente ieri sono arrivato a trovare quella che più soddisfa le mie aspettative.

Ecco qua gli ingredienti per 1 kg di gelato:
– 550 gr di panna fresca
– 450 gr di latte intero
– 200 gr di zucchero a velo (non vanigliato)
– 2 cucchiaini di vaniglia del Madagascar

Io sono partito dal preparare lo zucchero a velo a casa in modo che fosse solo zucchero puro. Ho messo lo zucchero in un blender e l’ho lasciato in funzione fino a che non è diventato una polvere impercettibile.

A questo punto ho versato tutti gli ingredienti nella ciotola d’acciaio del mio Cook Expert di Magimix e l’ho azionato in modalità esperto a 90°c per 12 minuti a velocità 3 (se non avete il Cook Expert, mettete tutti gli ingredienti in una pentola dal fondo alto su una fiamma bassa e mescolate con una frusta fino a che lo zucchero non sia completamente sciolto).

Una volta pronto il composto versatelo in una pirofila (possibilmente larga e bassa in modo che il calore si disperda velocemente) e lasciatelo raffreddare a temperatura ambiente per circa 30 minuti. Ora spostate la pirofila in frigorifero e lasciatela riposare per un paio di ore.

Trascorso questo tempo versate il composto freddo nella vostra gelatiera, avviate il programma automatico “Gelato Artigianale” e quando la spia della vostra gelatiera inizierà a lampeggiare, il vostro gelato sarà pronto.

Ora è arrivato il momento di scatenare la vostra fantasia sia per mangiarlo con della macedonia di frutta o affogato al caffè, oppure partire da questa ricetta base per creare i gusti che più preferite.

Nelle prossime settimane preparerò nuovi gusti e appena testati ed “approvati” sarò di nuovo qui a condividerli con voi!

Coppette “Serve Tall Dish” di LSA International – Tovaglioli MYdrap