Coccole di tè a Palazzo di Varignana

Due weekend fa con Guido Prosperi #ilviaggiatoreinstancabile siamo stati a Palazzo di Varignana, un bellissimo resort sulle colline bolognesi che offre ai suoi ospiti tantissime attività; delle altre vi racconterò tra qualche giorno, ma oggi voglio raccontarvi di quella dedicata al tè. 

“Coccole di Tè” è il nome della tasting experience che si può vivere a Palazzo di Varignana, un’esperienza condotta da Paola Congendo, esperta blender e creatrice della linea esclusiva di 31 differenti tè ed infusi di frutta per i loro clienti. Questo percorso è un vero e proprio viaggio attraverso gli aromi e i sapori di questa preziosa e ricercata bevanda.

Siamo stati accolti da Paola in un salottino riservato all’interno del Lounge Bar dove era tutto pronto per iniziare la scoperta dei blend creati appositamente per la struttura. La degustazione del tè funziona come una classica di vino, si parte da quello più leggero per arrivare a quello di maggiore intensità, per poi scegliere il proprio preferito e poterlo sorseggiare nella massima tranquillità.

Paola ci racconta per sommi capi la storia del tè e di come viene vissuto dalle diverse culture di tutto il mondo. Ci spiega anche che tutto il tè proviene dalla stessa pianta, la Camellia Sinensis, e che il diverso profilo del gusto dipende dal modo in cui vengono trattate e lavorate le foglie raccolte: appassimento, ossidazione, essiccazione e in alcuni casi la fermentazione.

Il tavolo, in marmo, è apparecchiato con una serie di piccoli bicchieri da degustazione pronti per essere riempiti con l’infuso alla perfetta temperatura per sprigionare tutti i propri bouquet. Tutti i tè si sorseggiano senza l’aggiunta di zucchero, limone o latte in modo da percepire il loro gusto autentico. Si parte da un tè giallo, se andrete a Varignana e vorrete assaggiarlo dovrete ordinare il n°12, proveniente dalla provincia cinese del Guandong: dolciastro, con un retrogusto di miele e castagna. Si prosegue con il n°16, un tè al profumo di bergamotto e pompelmo con l’aggiunta di petali di fiordaliso: l’Earl Grey della casa; per concludere con il n°1, il Don Carlo, quello più prestigioso,  ispirato proprio al fondatore di Palazzo di Varignana: un tè dalle proprietà energizzanti, con un delizioso retrogusto di tabacco e cioccolato.


L’esperienza “Coccole di tè” è unica perché sorseggiare una tazza di questo inebriante infuso ti rimette in pace con te stesso e con il resto del mondo, perché è un gesto di stima, rispetto e benvenuto nei confronti di un ospite, perché è argomento di conversazione, ma anche perché davanti ad una tazza di tè ci si può raccontare una vita intera.

Complici i vapori del tè e le affinità che abbiamo trovato con Paola,  “Coccole di Tè” è stata veramente una bella esperienza condita da una chiacchierata come quella che potrebbero fare 3 amici che si conoscono dall’infanzia.

Quando andrete a Palazzo di Varignana, “Coccole di tè” è uno dei percorsi che non potete assolutamente non fare, perché una tazza di tè può essere un viaggio intimo nella vostra anima e lo staff del lounge bar di Palazzo di Varagnana, capitanato da Paola, saprà coccolarvi in maniera unica ed impeccabile. 

Se nel frattempo volete gustare a casa vostra uno di questi tè, potete acquistarli nello e-shop o al Varignana Food Store di Milano.

Le foto presenti nell’articolo sono di Guido Prosperi #ilviaggiatoreinstancabile